Privacy Policy
Zirconio ossido
    Categoria:

    Zirconio

    Contatti

  • Via Friuli, 6 - 41049 Sassuolo (MO) - Italy
  • +39 0536 980081
  • igmaspa@igmaspa.it

Zirconio ossido

IGMA spa – L’ossido di zirconio (formula bruta ZrO2) si presenta a temperatura ambiente come polvere bianca inodore. Fino a 1000/1200 °C l’ossido di zirconio esiste nella forma cristallina stabile monoclina, mentre al di sopra di tale temperatura si presenta nella modificazione tetragonale. La trasformazione è accompagnata da una contrazione di volume del 7,7% ca. Il ritorno alla struttura monoclina per raffreddamento ha luogo solo a temperatura notevolmente più bassa. L’ossido tetragonale può essere ottenuto anche a temperatura ambiente, sottoponendo il monoclino a pressioni dell’ordine di 37 kbar. Riscaldando una miscela di ossido di zirconio e ossido di calcio sopra i 1250°C si ottiene un ossido di zirconio cubico stabile. Con ossido di magnesio e di cerio la stabilizzazione ha luogo solo intorno ai 1400°C.

PRINCIPALI SETTORI DI IMPIEGO DELL’OSSIDO DI ZIRCONIO:

  • Industria del vetro e degli smalti. L’ossido di zirconio viene impiegato come opacizzante di smalti vetrosi; nella preparazione di vetri speciali per ottica; come costituente di smalti e pigmenti nell’industria ceramica, come il giallo e il blu zirconio-vanadio, il giallo zirconio-praseodimio ed il fiore di pesco zirconio-ferro.
  • Industria degli abrasivi. L’ossido di zirconio è un costituente delle paste e delle polveri abrasive. Essendo meno duro ma più tenace del corindone, risulta molto performante nella lavorazione di materiali difficili come gli acciai inossidabili.
  • Industria dei refrattari e delle ceramiche tecniche.
  • In odontoiatria. In questo settore i vantaggi derivanti dall’utilizzo dell’ossido di zirconio sono stati scoperti in tempi relativamente recenti; esso  infatti gode di una ottima traslucidità, minima conducibilità termica, è biologicamente compatibile, vanta stabilità ionica e peso specifico ridotto. Vengono utilizzati blocchetti di ossido di zirconio policristallino tetragonale stabilizzato con ittrio e presinterizzato, i quali vengono poi lavorati con tecnologia CAM/CAD per la realizzazione di restauri, protesi e ponti dentali.
  • In ortopedia.
  • Nella produzione di lame in ceramica per coltelli da cucina.